LE SCELTE DI RISPARMIO DEGLI ITALIANI. Scarica il nuovo rapporto ACRI/IPSOS

01. - copertina

 

Acri e Ipsos hanno presentato la nuova ricerca sugli “Italiani e il risparmio“.

 

Il clima degli italiani nei confronti dell’economia e del risparmio è caratterizzato da evidenti contraddizioni.

 

Da una parte si rileva una ritrovata serenità e fiducia rispetto alla propria situazione economica.

 

D’altra parte è diffusa una preoccupazione generalizzata circa i destini del Paese e del mondo, che induce molta cautela sia nel consumo, che nell’investimento.

 

La crisi del Corona Virus ha acuito questa preoccupazione per il futuro.

 

Ecco l’indice dei temi trattati nel report.

02 - Indice report

 

Nonostante l’incertezza della situazione odierna, gli italiani mostrano una sostanziale soddisfazione per la propria situazione economica (65%).

 

02 - soddisfatto 65

 

Negli altri paesi europei e americani si assiste a un forte decremento sulle aspettative future rispetto alla sostanziale stabilità dell’Italia.

 

03 - Confronto Italia con altri paesi

 

La percentuale di cittadini soddisfatti  ha avuto un trend di crescita negli ultimi anni.

 

04 - soddisfatto situazione economica

 

Il 61% è in grado di poter affrontare un nuovo lockdown.

 

04 possono affrontare un lockdown

 

La crisi sanitaria di questi ultimi mesi ha provocato un crollo nei consumi legati al tempo libero.

 

06 - Come sono cambiati i consumi

 

In questa tempesta finanziaria, l’U.E ritrova la fiducia del nostro paese.

 

08 - La fiducia nell'U.E torna ad aumentare

Aumenta la percentuale di persone che associano al RISPARMIO il concetto di TRANQUILLITÀ.

 

011- Cosa associano al risparmio

 

Il deposito sul conto corrente rimane il canale di risparmio maggiormente utilizzato.

 

13 - Le scelte di risparmio

La FAMIGLIA rimane il caposaldo a cui aggrapparsi per consolidare la nostra serenità quotidiana.

 

015 - a cosa guardano gli italiani 

Banche, Credito & Finanza Consulenza & Libere Professioni

IL RUOLO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE NEL SUD ITALIA. Scarica il nuovo report pubblicato da CERVED e CONFINDUSTRIA

ved

Qual’è lo stato di salute delle PMI del Mezzogiorno?

I segnali di vitalità registrati lo scorso anno si sono intensificati?

Il tessuto imprenditoriale meridionale sta uscendo definitivamente dalla crisi?

Queste sono le domande al centro della nuova edizione del Rapporto PMI Mezzogiorno, realizzato da Cerved e Confindustria.

Si rafforzano i segnali positivi osservati lo scorso anno che ha portato le imprese deboli a ridurre la taglia o ad uscire dal mercato e le sopravvissute a rafforzarsi e a migliorare i propri risultati economico-finanziari.

In particolare continua a crescere il fatturato e tornano ad aumentare i margini, anche se i livelli pre-crisi rimangono lontani.

Segnale di rinnovata fiducia è anche il calo dei fallimenti, il primo dall’inizio della crisi, accompagnato dalla riduzione anche delle altre procedure e delle liquidazioni.

Continuano anche a crescere le newco, sospinte dall’andamento delle Srl Semplificate.

 

Migliora anche il profilo di rischio delle PMI attive sul mercato, con un aumento, in termini sia assoluti sia percentuali, delle imprese considerate solvibili.

Per scaricare il report di CERVED, clicca QUI

Banche, Credito & Finanza Consulenza & Libere Professioni