uil

 

 

La UIL Puglia ha pubblicato il rapporto “No Pil, No Job” .

 

Ecco i principali indicatori.

 

La Puglia, nel 2013, è la terza regione d’Italia (dopo Calabria e Campania) ad aver conosciuto forme di sofferenza ed insicurezza occupazionale, ben 34,1 punti sopra la media nazionale.

 

Nel solo 2013, in Puglia quasi 200mila persone hanno vissuto l’esperienza degli ammortizzatori sociali (cassa integrazione, mobilità, ASPI e mini ASPI).

 

Attualmente, in Puglia, 302 mila persone sono alla ricerca attiva di un posto di lavoro, in pesante aumento del 78,7% rispetto al 2008, quando erano 169mila unità.

 

In crescendo sono, in Puglia, anche gli indici di coloro che non studiano, non lavoro e non sono in formazione (i così detti Neet): ben 243mila (fascia 15-29 anni) rispetto ai 208mila del 2008 che equivalgono, dunque, a +14,2 punti percentuali.

 

Complessivamente, in Puglia, in questi sei anni oltre 130mila lavoratori hanno perso il posto di lavoro, di cui circa 50mila nel solo 2013.

 

Passando invece agli ultimi dati ufficiali del 2014, nei sette mesi finora trascorsi il tasso di disoccupazione generale (15-64 anni) è al 20,9% in Puglia.

 

La disoccupazione giovanile sarebbe invece sulla soglia 51,5% .

 

Ecco il rapporto della UIL:

http://www.uilpuglia.it/uil/wp-content/uploads/2014/07/RAPPORTO-UIL-No-Pil-No-Job-luglio-2014_Puglia.doc

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...