L’INDICE DELLA FELICITÀ IN ITALIA. Leggi la ricerca completa

Copertina happy

Anche quest’anno, in occasione della quarta giornata mondiale della felicità indetta dall’ONU, è stato pubblicato l’e-book iHappy 2015 edito dal Corriere della Sera e VOICES from the Blogs.

La ricerca raccoglie tutti i dati sull’andamento della felicità in Italia nel corso del 2015 attraverso Twitter.

mappa italia happy

Possiamo vedere la classifica delle città più felici e più infelici e cercare di spiegare quali fattori abbiano contribuito a generare buonumore o tristezza.

indice IHappy

A livello regionale, per il terzo anno consecutivo, la Puglia si è confermata ai vertici nella classifica della felicità italiana.

Quest’anno i pugliesi devono però accontentarsi della seconda piazza perché la palma di regione più felice va all’Umbria.

Al terzo posto il Trentino Alto Adige, che in passato aveva fatto segnare una felicità più bassa della media.

Tra le province invece trionfa Novara, che precede Genova (prima nel 2013 e terza nel 2014) e Lucca.

Tra le top-10 anche Firenze, Cagliari e Bari.

le 2 province più felici

Da una analisi econometrica sui dati del 2015 osserviamo che la felicità perdura nel tempo.

Se un evento produce più felicità oggi, tale effetto è destinato a riprodursi anche nei giorni successivi.

L’analisi mostra anche che la felicità è più elevata nelle città di media grandezza, verosimilmente perché lì migliora la qualità ambientale, ma anche degli ospedali e di servizi per il tempo libero (come cinema, librerie, ristoranti, teatri).

Al contrario il reddito per-capite anche quest’anno di per sé continua a non essere il “motore” della felicità.

Le provincie più ricche infatti non sono necessariamente quelle più felici.

E se negli anni scorsi erano stati lo spread e l’indice MIB ad influire sul buonumore, nel corso del 2015 è il saldo delle imprese a favorire la felicità.

Quando il numero di imprese in una provincia aumenta rispetto al 2014 di 1 punto percentuale, iHappy cresce allo stesso modo di quasi 1 punto.

Arrivano conferme, rispetto agli anni passati, anche in merito all’effetto di San Valentino (+2,1 punti) e della Festa delle donne (+5,1).

Come sempre, lo spostamento di lancette dovuto all’ora legale crea ansia e depressione, facendo scendere (-4,1) la felicità.

Mentre Natale è sempre Natale: il giorno più felice di tutto il 2015.

i 5 giorni più felici

Il giorno più buio come tristezza in Italia è stato il 3 settembre, quando in rete circolano le foto del piccolo Aylan (35,9), annegato nel tentativo di raggiungere l’Europa, seguito dai giorni che seguono la strage del Bataclan (37,4).

i 5 cinque giorni più tristi

Studiare i social media per capire la felicità degli italiani ha un ulteriore vantaggio.

Permette infatti di capire il livello di buonumore a seconda dell’ora (e del minuto) in cui vengono pubblicati i post on-line.

Così facendo si scopre, ma non è una novità, che per molti è dura svegliarsi presto la mattina e così tra le 6:30 e le 7:45 circa ecco il primo picco negativo dell’umore che invece risale tra le 8 e 9, complice il caffè con i colleghi e le battute tra i compagni di scuola per poi declinare di pari passo con il tasso glicemico fino all’ora di pranzo.

Per scaricare il report completo IHAppy 2015, clicca QUI

Consulenza & Libere Professioni Social Media, Web Marketing & E-Commerce

SCARICA LA NUOVA GUIDA DI LINKEDIN

LINKEDIN

 

Su LinkedIn, la tua identità professionale è rappresentata prima di tutto dal tuo profilo.

Sei certo che il tuo profilo ti rappresenti nel modo migliore?

Oltre a raccontare la tua esperienza, dovresti mettere in luce le tue competenze, il valore aggiunto che puoi offrire e le capacità e conoscenze che ti rendono unico.

 

LinkedIn ha creato una nuova guida  che ti permetterà di rafforzare la tua immagine e raggiungere i tuoi obiettivi professionali.

 

Clicca QUI  per scaricare la guida

 

 

Consulenza & Libere Professioni Social Media, Web Marketing & E-Commerce

SU FACEBOOK ARRIVA LA PUBBLICITÀ IMMERSIVA PER SMARTPHONE. Ecco come funziona il formato Canvas

000 - arrivano per pubblicità immersive su facebook - ecco come funzionano

Il 25 febbraio 2016 Facebook ha lanciato in una conferenza stampa il nuovo progetto CANVAS.

Di cosa si tratta?

05 - Canvas il a immersive

E’ un nuovo formato pubblicitario specificamente progettato per gli smartphone.

02 - Cellulare a Schermo pieno

Cliccando sull’annuncio visibile nel Newsfeed, gli utenti potranno vedere le inserzioni a schermo pieno.

Canvas è disponibile per gli inserzionisti di tutto il mondo, compresi quelli italiani.

Per i brand sarà più facile costruire storie multimediali.

 

Gli inserzionisti possono usare un mix di video, immagini statiche, testi

e call-to-action per costruire efficaci e innovative esperienze su mobile.

04- Clicca per comprare ok

Canvas porta con sé alcuni importanti benefici:

  • Native: Canvas è stato creato all’interno di Facebook, pertanto si carica 10 volte più velocemente rispetto al mobile web standard.

  • Uno spazio totalmente personalizzabile: gli inserzionisti possono realizzare annunci pubblicitari usando un mix di video, immagini, testi e call-to-action.

 

  • Disponibile a livello internazionale: qualsiasi inserzionista può iniziare a sviluppare un Canvas a partire da oggi, attraverso la piattaforma self-service di Facebook.

  • Spazio per tutti: semplice da realizzare senza la necessità di codici o software. Funziona sia per Android che per iOS.

Facebook, ha dichiarato che l’85% delle visualizzazioni registrate dal social sono da mobile.

Qui trovi tutte le informazioni sul formato Canvas.

 

Ecco il link per creare la tua prima inserzione Canvas.

Consulenza & Libere Professioni Social Media, Web Marketing & E-Commerce

RAGGIUNGI I TUOI CLIENTI SU TUTTI I DEVICE. Scarica la guida Google

copertina google

 

Google DoubleClick ha pubblicato un e-book gratuito dedicato al Programmatic.

La guida cerca di far luce su un fenomeno dal grande potenziale, ma su cui c’è ancora molto da sapere.

 

i consumatori sono sempre conessi

Personalizzare le campagne, massimizzare il ROI, seguire il consumatore nella sua fruizione crossmediale.

Grazie al digitale, le aziende oggi hanno l’opportunità di rispondere al proprio pubblico in tempo reale, affidandosi a messaggi altamente pertinenti e a una misurazione del ritorno sull’investimento altamente evoluta.

i brand adottano un approccio programmatico

L’acquisto programmatico consente di utilizzare i dati sulle audience per personalizzare i messaggi in base all’utente nel contesto più adatto e su dispositivi e canali diversi. 

Questo massimizza l’efficacia e il ritorno sull’investimento media grazie a una maggiore segmentazione del proprio consumatore online e successiva personalizzazione dei messaggi, per cui si parla di precision marketing.

Il marketing programmatico consente di operare su dispositivi e canali diversi, riconoscendo l’unicità dell’utente nel suo percorso cross-screen tra desktop, tablet e smartphone, garantendo controllo ed efficienza nell’attività di pianificazione media.

esecuzione

La guida si articola in cinque fasi di lavoro:

1) Organizzazione, in cui si raccolgono e segmentano dati in tempo reale sulle audience;

2) Design, in cui sulla base di tali dati si progettano creatività cross-channel e cross-device personalizzate;

3) Esecuzione, con l’adozione di tecnologia integrata di buying e reporting;

4) Copertura, attività di buying olistica, per raggiungere il pubblico in tutti i contesti e su tutti gli schermi;

5) Misurazione, con metriche accessibili, universali e in linea con gli obiettivi dei brand.

Per scaricare la guida di Google, clicca QUI

Consulenza & Libere Professioni Social Media, Web Marketing & E-Commerce

TUTTI I NUMERI DI INSTAGRAM IN ITALIA. Scarica il report pubblicato da Blogmeter

Copertina insta

Blogmeter e Vincenzo Cosenza hanno pubblicato un interessante report sullo sviluppo di Instagram in Italia.

La crescita degli ultimi mesi è stata imponente; gli iscritti in tutto il mondo sono più di 400 milioni.

Instagram nel mondo

L’Italia è uno dei mercato più dinamici.

Ogni giorno si collegano a Instagram 4,6 milioni di persone.

 

Instagram in Italia

 

I settori più rappresentati: Food, Beverage & Media.

 

I settori più rappresentari

 

Per scaricare il report completo di Blogmeter, clicca QUI.

 

 

 

 

Consulenza & Libere Professioni Social Media, Web Marketing & E-Commerce

LA FASE DI TEST È FINITA. Inizia ufficialmente il servizio di Live Streaming su Facebook. Si parte con gli Stati Uniti….a seguire il resto del mondo. Ecco i dettagli.

go live

 

Nel suo blog aziendale, Facebook ha comunicato la partenza ufficiale del servizio di Live Streaming.

Questa funzione al momento è disponibile negli Stati Uniti per chi possiede un Iphone.

Gli iscritti a Facebook potranno avviare una sessione live cliccando sul nuovo pulsante “live video”.

Ciccando poi su “Go Live“, sarà possibile avviare la diretta live che sarà condivisa all’interno del News Feed.

Chi effettuerà il live potrà visualizzare quante persone lo stanno seguendo, i loro nomi ed i loro commenti.

Quando l’utente concluderà il live, il video sarà direttamente salvato all’interno della timeline per poterlo rivedere in un secondo momento.

Il filmato potrà comunque essere rimosso in qualsiasi momento.

Gli spettatori che assisteranno al live potranno iscriversi al canale per ricevere notifiche ogni qual volta inizierà una nuova trasmissione.

Facebook fa sapere che il servizio di live streaming arriverà nel resto del mondo nel corso delle prossime settimane.

Ecco l’annuncio ufficiale.

Consulenza & Libere Professioni Social Media, Web Marketing & E-Commerce