NON SI FERMA IL CROLLO DELLE NASCITE IN ITALIA. L’unica che si salva è Bolzano. Scarica i dati completi

01 - coperina

 

Gli ultimi pubblicati dall’Istat sulla natalità non sono positivi.

Al 31 dicembre 2019 la popolazione residente in Italia ammonta a 60.244.639 unità, quasi 189 mila in meno rispetto all’inizio dell’anno (-0,3%).

 

Il persistente declino avviatosi nel 2015 ha portato a una diminuzione di quasi 551 mila residenti in cinque anni.

02 60 milioni

Rispetto all’anno precedente, si registra un nuovo minimo storico di nascite dall’unità d’Italia.

Prosegue la dinamica naturale negativa della popolazione, che ancora una volta fa registrare un deficit significativo di “sostituzione naturale” tra nati e morti, in linea con la tendenza negativa in atto da diversi anni.

Nel corso del 2019 la differenza tra nati e morti (saldo naturale) è di -214 mila unità.

Nati e morti

Il saldo naturale della popolazione residente, nel complesso, è negativo in tutte le regioni.

Unica eccezione la provincia autonoma di Bolzano, che prosegue il suo trend positivo in termini di capacità di crescita naturale.

Gli iscritti in anagrafe per nascita sono appena 420.170, con una diminuzione di oltre 19 mila unità sul 2018 (-4,5%).

Al 31 dicembre 2019 si contano in Italia 194 differenti cittadinanze, quasi 50 con almeno 10 mila residenti.

La graduatoria delle prime cinque cittadinanze resta stabile nel tempo, con le cittadinanze romena (1 milione 208 mila), albanese (441 mila), marocchina (432 mila), cinese (305 mila) e ucraina (240 mila) a rappresentare da sole quasi il 50% del totale degli stranieri residenti.

stranieri

Il numero di cittadini stranieri che arrivano nel nostro Paese è in calo (-8,6%), mentre prosegue l’aumento dell’emigrazione di cittadini italiani (+8,1%).

Per scaricare i dati completi, clicca QUI

Consulenza & Libere Professioni I dati Socio-Demografici della popolazione italiana

ARRIVANO I PAGAMENTI SU WHATSAPP. Ecco come si attivano

Copertina

Nel novembre 2019 Facebook ha lanciato il progetto PAY.

Un sistema per mandare denaro ai nostri amici o per pagare prodotti servizi con facilità.

 

facebook pat

Il sistema verrà presto implementato su:

– Facebook

– Messenger

– Instagram

– Whatsapp

Qui tutti i dettagli sul progetto di Facebook Pay.

In questi giorni è stato presentato il primo tassello di questo sistema di pagamento.

Parte in Brasile il primo test per Whatsapp Pay.

Gli iscritti potranno mandare denaro ai propri contatti e completare il processo di acquisto senza alcun costo aggiuntivo.

Ecco la schermata dell’invio di denaro a un amico.

schermata cellulari

In questo video la procedura da seguire.

 

Per tutti i dettagli, QUI trovi l’annuncio ufficiale di Whatsapp Pay.

Consulenza & Libere Professioni Social Media, Web Marketing & E-Commerce

TUTTI I NUMERI DEL TRAFFICO AEROPORTUALE IN ITALIA. Scarica l’ultimo rapporto dell’Enac

01 enac

 

L’Enac ha pubblicato gli ultimi dati sul traffico aeroportuale in Italia.

Nel corso 2019 sono transitati negli aeroporti italiani circa 191 milioni di passeggeri, con un aumento rispetto al 2018 pari al +3,5%.

Il traffico nazionale, con i suoi 64 milioni di passeggeri, è rimasto pressoché invariato rispetto al 2018 (+0,3%).

Il traffico internazionale ha registrato una crescita consistente pari al +5,1% (127 milioni di passeggeri).

L’aeroporto di Roma Fiumicino si conferma al 1° posto per traffico passeggeri (circa 43,4 mln).

A seguire, gli aeroporti di Milano Malpensa, Bergamo Orio al Serio, Venezia Tessera e Napoli Capodichino.

Da segnalare al settimo posto per traffico passeggeri l’aeroporto di Bologna Borgo Panigale che, con i suoi 9,5 mln di passeggeri, ha registrato nel 2019 una crescita del +11,5%.

Nel grafico che segue gli scali che nel corso del 2019 hanno superato i 3 milioni di traffico passeggeri.

 

03 passeggeri

 

Nel 2019, la graduatoria complessiva dei collegamenti nazionali e internazionali vede al primo posto la compagnia Ryanair (39,8 mln di passeggeri), seguita da Alitalia (21,8 mln di passeggeri) e da EasyJet Europe (11,8 mln di passeggeri).

 

02 enac

 

Per scaricare il report dell’Enac, clicca QUI

Trasporti

CONTINUA IL TREND DI CRESCITA DEL TURISMO IN PUGLIA. Scarica l’ultimo report 2020 pubblicato da PugliaPromozione

01 - copertina

In occasione della fiera Bit di Milano, PugliaPromozione ha pubblicato gli ultimi dati sul turismo in Puglia.

Ecco i principali indicatori:

  • 4,2milioni di arrivi (+4% rispetto al 2018)
  • 15,5milioni di presenze (+2%)
  • 1,2milioni di arrivi dall’estero (+11,5%)
  • 3,8milioni di pernottamenti internazionali (+8%)
  • 3milioni di arrivi nazionali (+1%)
  • 11milioni di pernottamenti di italiani (+0,1%)
  • 3,7 notti di permanenza media

La Puglia è all’ottavo posto in Italia per numero di presenze complessive con una quota del 3,54% del totale nazionale.

 

Ha superato Sardegna, Sicilia, Liguria, Friuli-Venezia Giulia e Marche.

 

001 - puglia ottavo posto in Italias

Gli arrivi di turisti dall’Italia non mostrano più significativi incrementi.

Ben diverso il dato sui visitatori stranieri.

 

02 - Trend crescita italiani stranieri

 

Germania e Francia sono in testa alla classifica sugli arrivi dall’estero.

 

06 - Quote di mercato turisti stranieri

 

Questi favoriscono il trend di destagionalizzazione.

 

03 - stagionalità italiani stranieri

 

La Francia ha mostrato i tassi di incremento più interessanti.

 

 

07 - variazione dei paesi esteri

 

La provincia di Bari ha conquistato la leadership negli arrivi.

Per quanto concerne i pernottamenti (presenze) Gargano e Salento sono ancora ai primi posti.

 

09 - presenze e arrivi nelle diverse province

Finalmente la Puglia non viene più percepita solamente come una località balneare.

 

011 -perchè ha sscelto la puglia

 

Ecco la percezione sui principali attrattori culturali.

 

010 top of mind cultura

 

Infine, quali sono le modalità prevalenti attraverso le quali viene prenotata la vacanza in Puglia?

 

 

13 - canali di prenotazione

 

Per scaricare il report di PugliaPromozione, clicca QUI

Turismo

IL POTERE DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE ORGANIZZATA. Scarica la classifica mondiale pubblicata da Deloitte

Copertina wordppress

Deloitte ha pubblicato in questi giorni la 23^ edizione dello studio Global Powers of Retailing.

Nel report vengono analizzati i risultati economici dei più grandi distributori al mondo.

Ecco i principali indicatori.

Le 250 società più importanti al mondo realizzano tutte insieme un fatturato di 4740 miliardi dollari, in crescita del +4,1% rispetto all’anno precedente

Il podio si conferma interamente statunitense: guida la classifica Wal-Mart, da oltre 20 anni leader globale.

Seguono Costco al secondo posto e Amazon al terzo.

Tre le aziende europee in Top 10:

Schwarz Group (Lidl), seguito da Aldi  e Tesco.

copertina prime 10

Conad al 69° posto si attesta la prima società italiana in classifica.

Seguono:

Coop Italia (71° posto)

Esselunga (117°)

Eurospin (158°), che avanza di ben 10 posizioni

italiane

Per scaricare il report pubblicato da Deloitte, clicca QUI

Commercio & Grande Distribuzione Organizzata Consulenza & Libere Professioni

LA CLASSIFICA 2019 DELLE APP PIU’ SCARICATE AL MONDO. Scarica il report pubblicato da Sensor Tower

Top Apps

 

Sensor Tower ha pubblicato il report con tutte le statistiche sulle app più scaricate nel mondo nel 2019.

Nei primi posti domina la galassia del Gruppo Facebook.

L’unica app che insidia questa leadership è la cinese Tik Tok.

 

01 - le app più scaricate

 

Sul fronte degli editori, Facebook, Google e Bytedance (editore di Tik Tok) sono al comando della speciale classifica.

 

03 - editori

 

Infine, ecco il trend delle app più scaricate al mondo negli ultimi 4 anni.

Tik Tok mostra la crescita più rapida.

04 - ultimi 4 anni

 

Per scaricare il report completo di Sensor Tower, clicca QUI 

I dati per l’anno 2019 si trovano a pagina 44 del report.

 

 

Consulenza & Libere Professioni Social Media, Web Marketing & E-Commerce

I PUNTI VENDITA ALIMENTARI PIU’ CONVENIENTI D’ITALIA. Scarica l’indagine pubblicata da Altro Consumo

00.png

 

Altro Consumo pubblica tutti gli anni una dettagliata ricerca sui punti vendita alimentari più convenienti d’Italia.

Si può risparmiare fino a 1.300 euro l’anno.

Ecco la classifica per per una spesa tipo fondata sui prodotti di marca.

Esselunga è al 1° posto.

Il valore 100 indica il punto vendita più conveniente.

 

02 - spesa con prodotti di marca.png

 

Questa invece è la classifica sulle cosiddette Private Label, detti anche marchi commerciali.

A 1° posto: Conad Ipermercato.

 

04 - spesa con marchio commerciale .png

 

Infine la classifica sul paniere di spesa di prodotti economici.

A 1° posto la grande multinazionale Aldi (arrivata da poco in Italia).

06 - spesa prodotti di primo prezzo

 

Per scaricare l’indagine completa di Altro Consumo, clicca QUI

Commercio & Grande Distribuzione Organizzata Consulenza & Libere Professioni

MILANO E’ LA PROVINCIA MIGLIORE IN ITALIA. Scarica l’edizione 2019 dell’indagine del Sole 24 Ore

00 - copertina per wordpress.png

Come tutti gli anni il Sole 24 Ore ha pubblicato l’indagine sulla Qualità della Vita in Italia.

Per il secondo anno consecutivo Milano e provincia comandano la classifica.

 

01 copertina

Per quanto concerne il tempo libero, Rimini è al 1° posto.

 

02 tempo libero

Sul fronte del reddito annuo medio procapite, abbiamo nuovamente Milano in testa.

 

03 reddito medio

Oristano è la provincia più “tranquilla” d’Italia.

04 - criminaità

Per scaricare le classifiche complete pubblicate dal Sole 24 ore, clicca QUI

 

I dati Socio-Demografici della popolazione italiana

UNA BUONA NOTIZIA. In Italia c’è una ripresa nel numero dei matrimoni. Scarica i dati pubblicati dall’Istat

01 - copetina .png

Gli ultimi dati pubblicati dall’Istat sono confortanti.

Nel 2018 sono stati celebrati in Italia 195.778 matrimoni, circa 4.500 in più rispetto all’anno precedente (+2,3%).

02 - numero matrimoni totali .png

Nel 2018 sono state costituite 2.808 unioni civili (tra coppie dello stesso sesso) presso gli Uffici di Stato civile dei comuni italiani.

Prosegue la tendenza a sposarsi sempre più tardi.

Attualmente gli sposi al primo matrimonio hanno in media 33,7 anni e le spose 31,5.

04 - età degli sposi.png

Le seconde nozze rappresentano il 19,9% del totale dei matrimoni.

La diminuzione dei primi matrimoni è da mettere in relazione in parte con la progressiva diffusione delle libere unioni.

Queste, dal 1997-1998 al 2017-2018, sono più che quadruplicate passando da circa 329 mila a 1 milione 368 mila.

03 - ripresa matrimoni.png

 

Nel 2018 sono state celebrate 33.933 nozze con almeno uno sposo straniero, il 17,3% del totale dei matrimoni, una proporzione in leggero aumento rispetto all’anno precedente.

06  - matrimonio con sposo.png

Per scaricare il report dell’Istat, clicca QUI

Le tabelle di dettaglio per regione e comune puoi scaricarle QUI

Consulenza & Libere Professioni I dati Socio-Demografici della popolazione italiana

128MILA ITALIANI HANNO DECISO DI LASCIARE IL NOSTRO PAESE NEL 2019. Scarica i dati completi pubblicati dalla Fondazione Migrantes

01 - copertina.png

La Fondazione Migrantes ha pubblicato l’ultimo Rapporto 2019 sugli Italiani nel Mondo.

Ecco i principali indicatori.

Negli ultimi 13 anni, dal 2006 al 2019, il numero di chi se ne va dall’Italia è aumentato del 70,2 per cento.

Gli iscritti all’Aire, cioè l’anagrafe degli italiani residenti all’estero, sono 5.288.281e quasi la metà (48,9 per cento) è partito dal Sud.

La Sicilia è la 1^ regione per numero di emigrati.

05  - 5 milioni all'estero e ripartizione per regioni .png

Le comunità più consistenti di italiani all’estero si trovano in Argentina.

 

04 - in assoluto dove si trovano gli italiani all'estero .png

Nel 2019 sono emigrati 128mila italiani.

 

03  - totale emigrati italiani nel 2019.png

La nazione maggiormente gettonata nel 2019 è la Gran Bretagna.

06 - Nel 2019 dove sono sono andati gli italiani .png

Per scaricare il Rapporto della Fondazione Migrantes, clicca QUI

07  - Allegati di dettaglio .png

Per le statistiche di dettaglio, clicca QUI

Consulenza & Libere Professioni I dati Socio-Demografici della popolazione italiana