pago

 

Un elenco di mille operatori economici e commerciali che si sono opposti al pizzo, tutti riuniti in una guida per il “consumatore critico”.

 

E’ stata presentata questa mattina in Prefettura a Napoli la guida “Pago chi non paga”, che contiene i nomi di commercianti, artigiani, imprenditori, professionisti, operatori delle quattro regioni dell’Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) che hanno rifiutato di sottostare alla morsa del racket.

L””esercito” della legalita” e’formato da mille operatori: 472 in Sicilia, 429 in Campania, 155 in Calabria, 85 in Puglia.

L”iniziativa rientra nel progetto Rete di consumo critico ”Pago chi non paga”, dal Programma operativo nazionale ”’Sicurezza per lo Sviluppo’ Obiettivo Convergenza” 2007-2013, che si propone di sostenere una serie di azioni di comunicazione e sensibilizzazione rivolte sia ai consumatori che ai commercianti per creare una rete che rafforzi e sostenga chi si ribella al racket e all”usura.

Il progetto, sostenuto con risorse pari a 2,7 milioni di euro, ha come beneficiario l”Ufficio del Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura che si avvale, come partner per l’attuazione, della Fai, la Federazione nazionale delle associazioni antiracket e antiusura italiane”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...